Quale Telescopio per la Cometa Interstellare nel Cielo di Natale?

Siamo in molti ad essere appassionati di stelle. Il cielo ed i suoi astri ci portano a sognare, ad immaginare mondi oltre al conosciuto, ci aiutano a far galoppare la fantasia e a godere di quell’oasi di benessere che un limpido cielo stellato ci offre.

Anche chi non ha una visione romantica, ma è invece attratto dagli aspetti scientifici non potrà fare a meno di provare un certo interesse per le costellazioni.

Non è una passione comune, ma sicuramente conosciamo qualcuno fortemente attratto dal tema e che non vede l’ora che ci sia qualche fenomeno particolare per spolverare l’attrezzatura in soffitta e deliziarsi con l’evento in questione.

Se fare parte del team degli astronomi amatoriali, questo dicembre, ci regalerà una sorpresa davvero straordinaria, che contribuirà a far crescere la nostra passione per l’astronomia o forse a formare nuovi appassionati.

Una cometa nel cielo di dicembre

A dicembre si sa, la tradizione è che la Cometa ci conduca al luogo in cui trovare la salvezza, al Dio incarnato. Ebbene, lo scorso dicembre, un astrofilo Ucraino, H. Borisov, ha scoperta una Cometa che farà diverse apparizioni: 10 dicembre, 25 Dicembre (sì! Proprio a Natale!)  e 29 dicembre, il momento migliore in cui ci sarà anche un picco di luminosità.

Sulle date, in verità, ci sono un po’ di discordanze, a seconda del cielo – limpido o nuvoloso – della posizione da cui vi troveremo ad osservare questa speciale cometa interstellare.

Questa cometa, che è stata battezzata Borisov, ha caratteristiche che la legano a nostro sistema solare, non come la precedente cometa Oumuama, di cui non si è riusciti a determinare la provenienza.

La Cometa Borisov ha un nucleo dal diametro stimato tra i 4 ed i 17 km ed avrà un’orbita iperbolica con direzione Giove. A metà del 2020 smetterà di essere visibile nel nostro emisfero e passerà a deliziare gli occhi, l’ammirazione e la fantasia dei nostri fratelli, nell’emisfero Australe.

Ci lascerà per l’emisfero Australe a metà 2020

Per poterla seguire in tutto il suo percorso nel nostro lato di emisfero, anche fuori dal mese di dicembre, avete bisogno delle strumentazioni che i nostri Planetari mettono a disposizione del grande pubblico, ma a dicembre, vi basterà essere attrezzati con un telescopio di almeno 15 cm di diametro.

Questo quello che ho acquistato io:

Omegon Telescopio N150/750 EQ-4

E queste altre due valide alternative, più economiche:

Zoomion Telescopio Genesis 200 EQ

Zoomion Telescopio Gravity 150/750 EQ

Personalmente sono più che un appassionato, sono un fanatico degli astri e, per questo, mi sono munito di qualche attrezzatura in più che mi consente di filmare stelle, comete, eclissi e tanti fenomeni che il nostro meraviglioso universo ci mette a disposizione. Se avete qualche dubbio, chiedetemi pure e vedrò, se posso, di aiutarvi.

Non sapete che cosa è una cometa?

Una cometa è simile ad un asteroide ed è composta da rocce e metalli in frantumi e – principalmente – ghiaccio, gas ghiacciato per essere precisi.  Un corpo celeste relativamente piccolo. E’ il biossido di carbonio, il metano e l’acqua, che mischiati alla polvere dei minerali, creano la caratteristica scia luminosa.

Per chi sceglierà di osservarla, filmarla, fotografarla, la nostra cometa interstellare, o per chi si farà semplicemente coccolare dall’idea che questo Natale ci mostrerà la via, ci sentiamo di fare a tutti voi i nostri migliori auguri di

 

Buone Feste

e

Buon Anno Nuovo!